Cosa fare in caso di incidente in autostrada? Consigli e accortezze

Non lo si augura mai a nessuno, ma purtroppo succede. Fare un incidente in autostrada è un avvenimento tanto grave quanto purtroppo comune. Capita spesso infatti mentre si viaggia per lavoro o per vacanze di imbattersi in code o rallentamenti proprio perché c’è stato un incidente in autostrada e in quel caso, sapere il regolamento in caso di incidenti, i numeri da chiamare e cosa fare per prestare soccorso in caso di feriti diventa fondamentale. La speranza è sempre quella che non sia nulla di grave, ma in ogni caso è importante essere sempre preparati e pronti ad ogni tipo di evenienza. Se vi state chiedendo quindi cosa fare in caso di incidente in autostrada, sia che siate voi diretti interessati o che assistiate ad un incidente, il comportamento da assumere è praticamente lo stesso di quello che si deve tenere in caso di un incidente in strada normale. In autostrada però servono determinate precauzioni perché ovviamente le macchine corrono ad una velocità molto più alta rispetto alle strade normali, ci sono anche i mezzi pesanti e bisogna ovviamente cercare di prestare particolare attenzione per la propria incolumità.

Cosa fare in caso di incidente in autostrada senza feriti

Come prima cosa è importante accendere i fari di emergenza per dare la possibilità a tutte le altre auto di capire che è successo qualcosa di anomalo. Se possibile poi, quindi in caso di sinistro non grave e probabilmente risolvibile con la constatazione amichevole, le auto coinvolte nell’incidente dovrebbero essere spostate e posizionate nella piazzola di sosta più vicina, oppure nella corsia di emergenza, per permettere al traffico di fluire e non intasare le corsie autostradali. Ricordate poi che è importante anche scattare delle fotografie prima di spostare i mezzi perché qualora l’incidente non si risolvesse in maniera amichevole tramite il CID, bisogna avere delle prove di come erano messi i mezzi al momento dell’incidente e delle immagini possono essere utili per capire qual è stata la reale dinamica del sinistro. Molte volte però l’incidente e si risolve in maniera semplice: basta compilare il CID, la constatazione amichevole di sinistro. Nel caso però in cui ci siano delle contestazioni o nessuno dei due abbia con sé in auto questo è importante documento bisogna chiamare la polizia o i carabinieri.

Giubbotto catarifrangente e triangolo: come usarli in caso di incidente in autostrada

Ovviamente è importante indossare poi il giubbotto catarifrangente prima di scendere dall’auto per dare maggior visibilità alla vostra persona ed evitare di essere travolti dalle altre auto. Altra cosa che bisogna fare quando si è vittima o si è coinvolti in qualche modo in un incidente autostradale è quello di posizionare anche il triangolo di emergenza che troverete all’interno della vostra auto perché fa parte dell’equipaggiamento di base. Il segnale deve essere usato sia in caso di incidente, sia in caso di caduta di carico o materiale sulla carreggiata. Come posizionare questo triangolo? Semplice il segnale va messo a circa 50 metri dal veicolo, come distanza minima, e sulla corsia stessa dove si trova l’auto ferma per far sì che le auto provenienti in quella direzione, da almeno 100 metri di distanza, riescano a vedere il il segnale e capire di dover rallentare. Sia il triangolo che il giubbotto catarifrangente sono due elementi cruciali da avere e da indossare in caso di incidente.

Cosa fare in caso di incidente stradale con feriti

Il discorso cambia nel caso di feriti. Qualora infatti ci siano feriti in un incidente in autostrada la prima cosa da fare è sicuramente quella di chiamare è il numero del soccorso sanitario e richiedere l’intervento delle ambulanze. Questo gesto è fondamentale anche perché laddove non venisse fatto, il responsabile potrebbe essere punito con l’accusa di fuga e omissione di soccorso. Ricordate comunque prima di soccorrere gli altri di avere accortezza di voi stessi: se infatti non siete feriti dovete indossare il giubbotto catarifrangente, posizionare il triangolo d’emergenza e assicurarvi che la zona sia sicura. Se infatti temete che vi possa essere rischio di incendio meglio spostare quanto più possibile le persone in una zona protetta. Ovviamente chiamate i soccorsi e cercate di rimanere il più lucidi possibili per fornire al personale tutte le indicazioni importanti.

Soccorso in autostrada: i numeri da chiamare e le colonnine di emergenza

Dopo esservi accertati quindi se vi sono o meno feriti nell’incidente in autostrada e aver chiamato, nel caso, la polizia e i carabinieri o il pronto soccorso, un altro numero da contattare è quello del soccorso stradale ACI, il 116. Questo è l’unico numero autorizzato ad intervenire in caso di incidenti autostradali e bisogna fornire delle informazioni ben precise. All’operatore che vi risponderà bisogna dare informazioni il più dettagliate possibile, proprio per permettere a chi vi ascolta di capire esattamente cosa è successo, dove vi trovate e, ovviamente, quale tipo di mezzo inviare per aiutarvi. Stessa cosa quando si fa una telefonata di emergenza al pronto soccorso. Anche in questo caso, nonostante magari la normale agitazione tipica di una situazione e di un contesto come questo, è importante cercare di rimanere lucidi e dare tutte le informazioni possibili al personale del 118. Se siete troppo agitati meglio far chiamare la persona più lucida accanto a voi perché magari, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, il personale medico può darvi delle indicazioni per prestare il primo soccorso ai feriti eventuali.

Prestare soccorso in autostrada: cosa fare?

Ripassando quindi le cose da fare in caso di incidente in autostrada potremmo stilare una sorta di vademecum diviso per punti:

  • Stabilire se vi sono feriti e nel caso di risposta affermativa chiamare subito i soccorsi
  • Controllare quante auto sono coinvolte nell’incidente e verificare se potrebbero esserci ulteriori rischi (incendio, esplosione…)
  • Scendere dall’auto e indossare il giubbotto catarifrangente
  • Posizionare il triangolo
  • Cercare di mettere le persone in sicurezza in una piazzola di sosta. Stesso discorso per le auto, ma prima scattare delle foto per ricostruire la dinamica dell’incidente.
  • Raggiungere la colonnina di soccorso più vicina se la vedete: è meglio di un telefono cellulare perché vi localizza esattamente.
  • Fornire informazioni il più precise possibili ai soccorritori se chiamate dal cellulare: l’ultimo casello, il chilometro percorso e se ci sono feriti.
5 (100%) 1 vote