Come si ottiene il valore di un’auto usata

Se avete intenzione di vendere la vostra auto usata e avete paura di non valutarla nel modo corretto sappiate che ci sono alcuni consigli, dritte e accortezze da poter mettere in pratica. Stessa cosa se invece state pensando di acquistare un’auto usata e avete paura che il rivenditore l’abbia valutata ben più di quanto non valga in realtà; anche in questo caso bisogna sempre stare molto attenti e scoprire come si valuta un auto usata, la quotazione e il calcolo proprio del valore dell’auto diventa fondamentale.

Purtroppo di rivenditori di auto usate disonesti ce ne sono molti. Anche i privati spesso per ottenere un prezzo di vendita più alto tendono a provare a mascherare il vero chilometraggio dell’auto allo scopo di aumentare il valore del veicolo. Quando si procede quindi all’acquisto di un’auto usata bisogna prestare particolare attenzione a diversi fattori e capire come valutare in modo corretto un veicolo è importantissimo per non incorrere in errori.

Calcolo quotazione auto usate: come si fa?

Come prima cosa per valutare effettivamente quanto può valere un’auto usata, bisogna monitorare le tabelle di valutazione delle automobili che potrete trovare su dei giornali di riferimento del settore come Quattroruote. Anche on-line, ovviamente, potrete trovare degli strumenti di calcolo piuttosto precisi per la vostra auto usata. Alcuni portali, ad esempio, vi chiederanno di inserire alcuni parametri fissi come i chilometri percorsi, l’anno di immatricolazione, la marca e il modello dell’auto che volete comprare o vendere. Così facendo, in pochi istanti avrete una stima abbastanza precisa di quanto vale la vostra auto usata.

Quanto vale la mia auto usata? I parametri da controllare

Se vi accingete a valutare in autonomia la quotazione di un’auto usata sappiate che gli elementi da considerare sono svariati:

  • Anno di immatricolazione: l’anno di immatricolazione dell’auto usata che state meditando di vendere o di acquistare è importantissimo. Vi permette di capire l’età, per dirlo in parole povere, della vostra vettura. Ovviamente più è “giovane”, più la sua quotazione sarà alta e potrete venderla ad un prezzo maggiore.
  • Marca e modello: sono il nome e il cognome della vostra auto e, ovviamente, più si tratta di auto di marche prestigiose o ultimi modelli, più la quotazione della vostra auto in termini economici salirà alle stelle.
  • Chilometraggio: quanti chilometri ha percorso l’auto usata? Questo è un valore importantissimo da tenere in considerazione si al momento dell’acquisto che della vendita di un’auto di seconda mano. Se infatti, ad esempio, avete un’auto di ultimo modello, immatricolata in tempi recenti, ma che ha percorso già tantissimi chilometri perché il proprietario precedente la usava spesso per lavoro, sappiate che il valore di questa automobile non sarà altissimo. L’usura derivata da un elevato chilometraggio è infatti evidente a livello meccanico e bisogna quindi tenere bene a mente questo parametro quando si pensa di acquistare o vendere un’auto usata.
  • Carrozzeria: altro elemento importante per la quotazione della vostra auto usata è lo stato della carrozzeria. Ci sono graffi? Ammaccature? Se la risposta è affermativa sappiate che, ovviamente, il valore dell’auto potrebbe cambiare. Se si tratta di piccole ammaccature non ci sono problemi, ma qualora la carrozzeria della vostra auto abbia seri graffi allora, sicuramente, il valore potrebbe scendere.
  • Allestimento e Optional: anche gli optional e i comfort della vostra auto possono incidere sul valore complessivo dell’auto usata. Se all’interno ad esempio c’è il bluetooth, oppure il navigatore integrato, l’aria condizionata, i comfort per la guida facile, i sensori di parcheggio…allora la valutazione della vostra vettura è destinata a salire.

Esistono, come vi avevamo anticipato, dei listini di riferimento che vi possono aiutare nella vostra valutazione dell’auto usata e, generalmente, si trovano nelle riviste di settore specializzate diventando un riferimento quasi obbligatorio per chi vuole quotare e vendere o acquistare la propria auto. Per le concessionarie invece il listino da consultare è l’Eurotax che si può visionare soltanto previa iscrizione annuale. L’Eurotax ha un indice che si basa sul prezzo di vendita ai concessionari, che sono le Eurotax blu, e il prezzo di acquisto dal concessionario che è invece l’Eurotax giallo.

Valutare un’auto usata online o dal meccanico?

Per quanto riguarda invece i siti online che vi possono aiutare a valutare l’auto usata, nel web esistono tantissimi portali che offrono una valutazione del proprio mezzo. Come vi abbiamo già anticipato ci sono proprio dei siti nei quali andare ad inserire i dati principali che caratterizzano la vostra auto e capire quindi a che prezzo potrete vendere la vostra auto. In alternativa ovviamente potrete usare questi siti anche per controllare che l’auto usata che avete intenzione di comprare non sia un bell’inganno. Chiaramente, se non vi intendente di auto o di motori, potrete affidare a un meccanico di fiducia il controllo della vostra auto usata, sia da acquistare, sia per la vendita.  Così facendo potrete capire quanto vale realmente e quindi se il prezzo che avevate pensato o quello che avete trovato al momento della vendita è corretto oppure no.  Per essere certi che la vostra auto usata sia valutata e quotata nel modo corretto potreste chiedere l’aiuto di un rivenditore o un meccanico di fiducia. Solo loro infatti, controllando con occhio clinico la vostra auto, potranno capire il reale valore dell’auto usata in questione.

Valutazione auto usata online o sui giornali: il chilometraggio

Dovete fare però attenzione: utilizzando questi portali online o le tabelle di riferimento sui giornali di settore, rimangono fuori dalla valutazione alcuni aspetti importanti che possono ovviamente incidere sul valore finale e la quotazione dell’automobile usata. Non si può valutare infatti la qualità del veicolo a livello estetico, il numero dei proprietari precedenti e lo stato meccanico dell’auto. Esiste, del resto, un problema legato al metodo di valutazione dell’auto usata che riguarda anche un aspetto ben più importante: il chilometraggio. Alcuni privati, ma purtroppo anche alcuni rivenditori, hanno la malsana idea di modificare il chilometraggio dalla macchina a proprio piacimento. Perché? Semplice: i chilometri percorsi sono oggettivamente un dato importante per capire quanto può valere un’auto usata e il relativo stato del veicolo. Il valore finale se un’auto ha infatti molti chilometri può scendere, anche se si tratta di un modello nuovo, quindi al momento dell’acquisto di un’auto usata bisogna fare molta attenzione.

5 (100%) 2 votes