Valutare un’auto usata: i 3 consigli per chi acquista

valuta-auto-consiglio

Quando arriva il momento di comprare un’auto nuova ognuno di noi viene colto da migliaia di dubbi, soprattutto se si tratta di acquistare un’auto usata. Molte persone, invece di comprare una vettura nuova dal concessionario, preferiscono affidarsi ad un’auto usata per risparmiare e magari riuscire a togliersi uno sfizio e comprare l’auto dei propri sogni ad un prezzo ragionevole. Nel momento in cui però si acquista un’auto usata bisogna valutarla bene e prestare particolare attenzione a tantissimi fattori diversi che caratterizzano un’auto di seconda mano. Può capitare infatti che un’auto apparentemente perfetta nasconda invece qualche piccolo problema. Proprio questa possibilità induce le persone a credere che acquistare un auto di seconda mano sia un errore perché non si sa mai chi l’ha usato in precedenza, come è stata usata e spesso i rivenditori vengono tacciati di non essere completamente sinceri con i clienti. Ovviamente può succedere, ma sta ovviamente al buon cuore del rivenditore assicurarsi che l’auto che sta mettendo in vendita sia in regola.

Cerchiamo quindi di vedere insieme qualche consiglio da mettere in pratica per valutare al meglio un’auto usata quando la si vuole acquistare!

Acquistare auto seconda mano: privato o concessionario?

Come prima cosa dovrete decidere se acquistare un’auto usata dal concessionario o da un privato. Sicuramente acquistare un veicolo da un privato ha dei vantaggi economici perché il prezzo dell’auto sarà sicuramente più basso rispetto a quello di una concessionaria. Ma in questo caso bisogna prestare maggiore attenzione perché vengono meno delle garanzie che, invece, chi acquista un auto di seconda mano dal concessionario che aderisce al sistema usato garantito ha di default. Acquistare un’auto usata dal concessionario quindi significa generalmente incorrere in minori rischi ed è facile anche trovare auto usate a km 0.

Come valutare un’auto di seconda mano prima di acquistarla

I problemi con un’auto di seconda mano possono esserci, e possono anche essere mascherati facilmente, ma col tempo vengono ovviamente scoperti. Chi non risica non rosica, come si sul dire, ma ci sono anche degli accorgimenti da seguire per non incappare in una fregatura quando si acquista un’auto usata. La regola principale quando si acquista un’auto usata e la si deve valutare è sicuramente quella di non avere fretta nel procedere all’acquisto e nella gioia magari di poter finalmente guidare l’auto dei propri sogni.  Bisogna capire il budget che si ha a disposizione e sicuramente non acquistare un’auto di seconda mano a “scatola chiusa”. Valutare un’auto usata online potrebbe essere un’idea. Se, infatti, cercate nel web alcuni modelli dell’auto dei vostri sogni di seconda mano, potreste farvi un’idea del prezzo ed evitare di farvi abbindolare da una proposta economica low cost che rischia di nascondere non pochi problemi.

Acquistare un’auto usata: i consigli per la valutazione

Oltre a questo check online di cui vi abbiamo parlato precedentemente, esistono una serie di accortezze che, chi acquista un’auto, può mettere in pratica al fine di controllare che l’auto sia a posto. In ogni caso, sia che stiate per fare affari con un privato o con una concessionaria, quando state per acquistare un’auto usata, ci sono tre consigli da tenere bene a mente!

  • Che uso ne farete: la prima cosa da considerare al momento dell’acquisto e della valutazione di un’auto usata è l’uso che ne volete fare. Dovete sapere quali sono le vostre esigenze e capire se la vostra nuova auto verrà usata per lunghi tratti in autostrada, per muoversi in città o per andare magari su strade sterrate. A questo punto potrete anche ragionare se per voi è meglio un’auto a benzina, a metano, GPL, diesel o un ibrido. Valutando quindi il percorso e l’utilizzo che farete della vostra auto potrete scegliere quella che ha il tipo di alimentazione più conveniente per voi.
  • Controllate i chilometri: altra regola importantissima, ovviamente, è quella di controllare i km percorsi dalla vostra auto usata. Questa valutazione è cruciale: sebbene il contachilometri possa essere modificato qualora il precedente proprietario abbia cattive intenzioni, generalmente questo è un indice ben preciso di quanti chilometri ha effettuato la vostra macchina e quindi in che situazione anche meccanica si trova. Se non vi fidate di quello che state leggendo sul contachilometri potrete fare un ulteriore controllo chiedendo anche i tagliandi, le documentazioni e i file relativi alla manutenzione. Se proprio volete essere certi della valutazione che state facendo sulla vostra auto usata, potrebbe fare al caso vostro anche un controllo dal meccanico. Il vostro meccanico di fiducia darà un’occhiata al motore, controllerà la carrozzeria, le sospensioni, l’impianto elettrico, i pistoni, il cambio e gli ammortizzatori. Se il meccanico scoprirà qualcosa che non va allora forse è meglio aspettare e cercare un’altra auto usata.
  • Occhio ai documenti: l’ultimo consiglio per chi acquista un’auto usata riguarda tutta la documentazione Se decidete di acquistare un’auto di seconda mano dai privati dovreste richiedere una visura al PRA che vi servirà per verificare se sull’auto ci sono magari dei fermi amministrativi perché questi, una volta che l’auto passa ad un nuovo proprietario, potrebbero ricadere proprio su di voi se il precedente proprietario ancora non aveva estinto il suo obbligo. Ovviamente dovrete anche controllare che il numero di telaio e quello del motore siano gli stessi riportati sul libretto per evitare di incorrere magari in problematiche con delle auto che possono avere delle parti di ricambio di provenienza non legittima.
5 (100%) 1 vote

Ti potrebbe interessare anche: